intestazione

REGOLAMENTO PER LA DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA

IL CONSIGLIO D’ISTITUTO

 
VISTO                    il D.Lgs. 16 aprile 1994, n. 297, Testo Unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado;

VISTO                    il D.P.R. 8 marzo 1999, n. 275, Regolamento dell’autonomia scolastica;

VISTA                     la Legge 13 luglio 2015, n. 107, Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti;

VISTO                    il D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;

VISTA                     la Legge 22 maggio 2020, n. 35, Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19;

VISTA                     la Legge 6 giugno 2020, n. 41, Conversione in legge con modificazioni del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22, recante misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato;

VISTO                    il D.M. 26 giugno 2020, n. 39, Adozione del Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione per l’anno scolastico 2020/2021 (Piano scuola 2020/2021);

VISTA                     l’O.M. 23 luglio 2020, n. 69;

VISTO                    il D.M. 7 agosto 2020, n. 89, Adozione delle Linee guida sulla Didattica digitale integrata, di cui al Decreto del Ministro dell’Istruzione 26 giugno 2020, n. 39;

VISTO                    il C.C.N.L. comparto Istruzione e Ricerca 2016-2018 del 19 aprile 2018;

VISTO                    il C.C.N.L. comparto Scuola 2006-2009 del 29 novembre 2007;

VISTO                    il Protocollo d’intesa per garantire l’avvio dell’anno scolastico nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione di COVID-19 del 6 agosto 2020;

VISTO                    il Regolamento di Istituto recante misure di prevenzione e contenimento della diffusione del SARS-CoV-2 approvato dal Consiglio di Istituto in data 11/09/2020;

CONSIDERATE   le Linee guida e le Note in materia di contenimento della diffusione del SARS-CoV-2 in ambito scolastico e l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico 2020/2021 emanate dal Comitato Tecnico-Scientifico e dai diversi Uffici Scolastici Regionali;

CONSIDERATE   le esigenze del Piano Triennale dell’Offerta Formativa 2019/2022 approvato nella seduta del Consiglio di Istituto del 13/12/2019;

CONSIDERATO   l’inizio delle lezioni per l’anno scolastico 2020/2021 il 14 settembre 2020;

CONSIDERATA   l’esigenza primaria di garantire misure di prevenzione e mitigazione del rischio di trasmissione del contagio da SARS-CoV-2 tenendo conto del contesto specifico dell’Istituzione scolastica e dell’organico dell’autonomia a disposizione;

CONSIDERATA   l’esigenza di garantire il diritto all’apprendimento degli studenti nel rispetto del principio di equità educativa e dei bisogni educativi speciali individuali;

CONSIDERATA   l’esigenza di garantire la qualità dell’offerta formativa in termini di maggior integrazione tra le modalità didattiche in presenza e a distanza con l’ausilio delle piattaforme digitali e delle nuove tecnologie in rapporto all’esigenza di prevenire e mitigare il rischio di contagio da SARS-CoV-2,

 

DELIBERA

l’approvazione del presente Regolamento di Istituto per la Didattica digitale integrata (DDI).

 

Art. 1 – Finalità, ambito di applicazione e informazione

1.     Il presente Regolamento individua le modalità di attuazione della Didattica digitale integrata dell’Istituto Comprensivo Monteforte d’Alpone.

2.     Il Regolamento è redatto dalle Commissioni dei due ordini di scuola tenendo conto delle norme e dei documenti elencati in premessa ed è approvato, su impulso del Dirigente scolastico, dal Collegio dei docenti, dal Consiglio d’Istituto e ha validità per l’anno scolastico 2020/2021.

3.        Il Dirigente scolastico consegna o invia tramite posta elettronica a tutti i membri della comunità scolastica il presente Regolamento e ne dispone la pubblicazione sul sito web istituzionale della Scuola.

 

Art. 2 - Premesse

1.        Il personale docente assicura le prestazioni didattiche nelle modalità a distanza, utilizzando strumenti informatici o tecnologici a disposizione.

2.        Per Didattica digitale integrata (DDI) si intende la metodologia innovativa di insegnamento-apprendimento, rivolta a tutti gli studenti dell’Istituto Comprensivo, che arricchisce o, in condizioni di emergenza o di misure di contenimento della diffusione del SARS-CoV-2 che interessano per intero, uno o più gruppi classe, sostituisce, la tradizionale esperienza di scuola innovativa in presenza, con l’ausilio di piattaforme digitali e delle nuove tecnologie.

3.     La DDI è lo strumento didattico che consente di garantire il diritto all’apprendimento delle studentesse e degli studenti sia in caso di nuovo lockdown, sia in caso di quarantena, isolamento fiduciario di singoli insegnanti, studentesse e studenti, che di interi gruppi classe.   La DDI è orientata anche alle studentesse e agli studenti che presentano fragilità nelle condizioni di salute, opportunamente attestate e riconosciute, consentendo a questi per primi di poter fruire della proposta didattica dal proprio domicilio, in accordo con le famiglie.

4.        In particolare, la DDI è uno strumento utile per:

-            sostenere la didattica interdisciplinare;

-            sviluppare le competenze trasversali e personali;

-            individualizzare e personalizzare i percorsi e il recupero degli apprendimenti.

5.        Le attività integrate digitali (AID) possono essere distinte in due modalità, sulla base dell’interazione tra insegnante e gruppo di studenti. Le due modalità concorrono in maniera sinergica al raggiungimento degli obiettivi di apprendimento e allo sviluppo delle competenze personali e trasversali. Includono:

-            attività sincrone, ovvero svolte con l’interazione in tempo reale tra gli insegnanti e il gruppo di studenti.;

-            attività asincrone, ovvero senza l’interazione in tempo reale tra gli insegnanti e il gruppo di studenti. Sono da considerarsi attività asincrone le attività strutturate e documentabili, svolte con l’ausilio di strumenti digitali.

Pertanto, non rientra tra le AID asincrone, la normale attività di studio autonomo dei contenuti disciplinari da parte delle studentesse e degli studenti. Vanno intese come attività di insegnamento-apprendimento strutturate e documentabili, che prevedono lo svolgimento autonomo da parte delle studentesse e degli studenti di compiti precisi assegnati di volta in volta, anche su base plurisettimanale.

6.     Le attività didattiche condivise per l’apprendimento online possono anche essere svolte in modalità mista, ovvero alternando momenti di didattica sincrona con momenti di didattica asincrona, anche nell’ambito della stessa lezione. Combinando opportunamente la didattica sincrona con la didattica asincrona è possibile realizzare esperienze di apprendimento significative ed efficaci in modalità capovolta o episodi di apprendimento situato, con una prima fase di presentazione/consegna, una fase di confronto/produzione autonoma o in piccoli gruppi e un’ultima fase plenaria di verifica/valutazione/restituzione.

7.     Il materiale didattico fornito agli studenti deve inoltre tenere conto dei diversi stili di apprendimento e degli eventuali strumenti compensativi da impiegare, come stabilito nei Piani didattici personalizzati, nell’ambito della didattica speciale nel rispetto dei Traguardi per lo sviluppo delle Competenze.

8.     I docenti per le attività di sostegno concorrono, in stretta correlazione con i colleghi, allo sviluppo delle unità didattiche per l’apprendimento per la classe curando l’interazione tra gli insegnanti e tutte le studentesse e gli studenti, sia in presenza che attraverso la DDI, mettendo a punto materiale individualizzato o personalizzato da far fruire alla studentessa o allo studente con disabilità, in accordo con quanto stabilito nel Piano Educativo Individualizzato.

9.     Il Team di innovazione digitale promuove il necessario sostegno alla DDI garantendo il necessario supporto alla realizzazione delle attività digitali della scuola.

10.  La scuola utilizza un “repository” (archivio digitale) nel server principale della segreteria per l'archiviazione dei file importanti al fine della valutazione.

 

Art. 3 - Strumenti  in dotazione e loro utilizzo

La scuola utilizza i seguenti strumenti:

1.        il Registro Elettronico Axios che consente di organizzare tutto il lavoro del Docente per valutazioni, assenze, note didattiche, argomenti, compiti di lezione, colloqui e tutto ciò che serve per gestire la vita scolastica quotidiana della classe;

2.        la piattaforma G Suite for Education fornita gratuitamente da Google a tutti gli istituti scolastici. Comprende un insieme di applicazioni sviluppate direttamente da Google, quali Gmail, Drive, Calendar, Documenti, Fogli, Presentazioni, Moduli, Hangouts Meet, Classroom. Per l’utilizzo della piattaforma la scuola predispone questa informativa (ALLEGATO 3 - Informativa Google Workspace)

3.        ciascun docente, nell’ambito della DDI, può comunque integrare l’uso delle piattaforme istituzionali con altre applicazioni web che consentano di documentare le attività svolte, sulla base delle specifiche esigenze di apprendimento delle studentesse e degli studenti.

 

Art. 4 - Quadri orari settimanali e organizzazione della DDI

Nel caso sia necessario attuare l’attività didattica interamente in modalità a distanza, a causa di un nuovo lockdown, si specifica che:

1.        la programmazione delle AID in modalità sincrona segue un quadro orario settimanale delle lezioni stabilito con determina del Dirigente scolastico;

2.        la programmazione delle AID in modalità asincrona è stabilita dall’insegnante, a seconda della classe frequentata dagli alunni, stimando l’impegno richiesto al gruppo di studenti. L’insegnante definisce i termini per la consegna/restituzione che tengano conto del carico di lavoro complessivamente richiesto, utilizzando come indicatore essenziale del carico di compiti a casa, il “Planning del Registro elettronico".

Per le scuole dei due ordini, consultare lo specifico Piano Scolastico DDI, in cui si esplicitano le modalità di erogazione delle programmazioni AID in modalità sincrona e asincrona

ALLEGATO 1 - Piano Scolastico D.D.I._ Scuola Primaria;

ALLEGATO 2 - Piano Scolastico D.D.I._ Scuola Secondaria.

 

Art. 5 - Modalità di svolgimento delle attività sincrone

Nel caso di video-lezioni rivolte all’intero gruppo classe, a piccoli gruppi o a singoli alunni programmate nell’ambito dell’orario settimanale, l’insegnante avvierà la videolezione utilizzando Google Meet. L’insegnante per comunicazione nickname o link utilizza una delle seguenti app:

-          Google Calendar;

-          Google Classroom;

-          Registro di classe;

-          Gmail.

All’inizio del meeting, l’insegnante avrà cura di rilevare la presenza delle studentesse e degli studenti e le eventuali assenze e di riportarle nel registro elettronico.

Le video lezioni si attiveranno anche per tutti gli alunni assenti da scuola per quarantena obbligatoria. Invece per quelli in quarantena volontaria, in quanto si rifiutano di sottoporsi al tampone, non viene fornita la possibilità di assistere alle video lezioni, ma sono fornite solo le attività legate ai compiti e al materiale didattico attraverso email , classroom e registro elettronico.

 

Art. 6 - Modalità di svolgimento delle attività asincrone

Gli insegnanti possono utilizzare Google Classroom come piattaforma di riferimento per gestire gli apprendimenti a distanza all’interno del gruppo classe o per piccoli gruppi. Può quindi tenere traccia dei materiali e dei lavori del singolo corso, condividere le risorse e interagire nello Stream.

 

Art. 7 – Aspetti disciplinari relativi all’utilizzo degli strumenti digitali

Gli account personali creati in Google Workspace sono predisposti esclusivamente per lo studio. Il Piano scolastico DDI dei due ordini di scuola (ved. Art. 4 del presente Regolamento con relativi allegati), include le regole che disciplinano il buon comportamento dello studente nel web. Il mancato rispetto di tali regole può portare all’attribuzione di note disciplinari con conseguenze sulla valutazione intermedia e finale del comportamento.  Per questo si veda anche l’ALLEGATO 5 - Disciplinare interno per l'utilizzo della strumentazione informatica e della rete internet.

Si veda, inoltre, il documento : GESTIONE GOOGLE WORKSPACE E TERMINI DI SERVIZIO.

 

Art. 8 - Percorsi di apprendimento degli alunni in condizioni di fragilità

Nel caso in cui siano attuate le misure di prevenzione e di contenimento della diffusione del SARS-CoV-2 e della malattia COVID-19 per alunni in condizioni di fragilità (in presenza di patologie concomitanti), sono attivati percorsi di apprendimento personalizzati concordati tra docenti e famiglie.

 


Art. 9 - Attività di insegnamento dei docenti in quarantena e in condizioni di fragilità

1.        I docenti sottoposti a misure di quarantena, che certificano lo stato di malattia tramite il Medico di Medicina Generale o i medici del Sistema Sanitario Nazionale, possono garantire l’attività lavorativa attivando per le classi a cui sono assegnati, la didattica a distanza in modalità sincrona e asincrona.

2.        I docenti in condizioni di fragilità collocati in “malattia d’ufficio” hanno la possibilità di prestare il servizio lavorativo a distanza, seguendo le indicazioni sulle misure da adottare, fornite dal Ministero dell’Istruzione, in collaborazione con il Ministero della Salute, il Ministero del Lavoro e il Ministero per la Pubblica amministrazione e con il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali.

 

Art. 10 - Criteri di valutazione degli apprendimenti

La valutazione degli apprendimenti realizzati con la DDI, segue gli stessi criteri della didattica in presenza e i voti vengono riportati nel registro elettronico.

In particolare:

1.    le valutazioni sommative al termine di una o più attività didattiche e le valutazioni formative intermedie svolte dagli insegnanti in itinere, sono supportate da feedback orali o scritti trasmessi tramite le applicazioni della piattaforma G Suite For Education (ved. Art. 3 del presente Regolamento);

2.    ENTRAMBE le valutazioni concorrono all'attribuzione del voto finale in sede di scrutinio;

3.    la valutazione degli apprendimenti realizzati con la DDI dalle studentesse e dagli studenti con bisogni educativi speciali è condotta sulla base dei criteri e degli strumenti definiti e concordati nei Piani didattici personalizzati e nei Piani educativi individualizzati.

 

Art. 11 – Formazione specifica

Il Dirigente scolastico, in collaborazione con il Team di innovazione digitale, cura un piano di formazione del proprio personale.

Tale piano include percorsi formativi incentrati su:

-       l’utilizzo del registro elettronico e della piattaforma G Suite for Education in uso dall’istituzione scolastica (ved. Art. 3 del presente Regolamento);

-       gli strumenti inclusivi per la didattica digitale integrata e per la didattica interdisciplinare;

-       la privacy, la salute e la sicurezza sul lavoro nella didattica digitale integrata;

-       le misure e i comportamenti da assumere per la tutela della salute personale e della collettività in relazione all’emergenza sanitaria.

 

Art. 12 – Supporto alle famiglie e/o ai docenti T.D. privi di strumenti digitali

1.        Al fine di offrire un supporto alle famiglie prive di strumenti digitali è istituito, per l’anno scolastico in corso, un servizio di comodato d’uso gratuito di personal computer e altri dispositivi digitali, nonché di servizi di connettività, per favorire la partecipazione delle studentesse e degli studenti alle attività didattiche a distanza. Le famiglie possono visionare i criteri di distribuzione di tali dispositivi (ALLEGATO 4 - Comodato d'uso criteri distribuzione dispositivi) e richiederli compilando lo specifico modulo .

2.     I docenti con contratto a tempo indeterminato devono dotarsi di un proprio dispositivo con i fondi della Carta del Docente.

3.        Ai docenti con contratto a tempo determinato possono essere distribuiti dispositivi in via residuale, dopo aver soddisfatto i bisogni degli studenti.

 

Art. 13 – Aspetti riguardanti la privacy

Il Dirigente scolastico nomina la dott.ssa Giovanna Messineo quale incaricata del trattamento dei dati personali delle studentesse, degli studenti e delle loro famiglie, ai fini dello svolgimento delle proprie funzioni istituzionali e nel rispetto della normativa vigente.

Le studentesse, gli studenti e chi ne esercita la responsabilità genitoriale devono:

-            prendere visione dell’Informativa sulla privacy dell’Istituto ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (GDPR);

-            prendere visione del Regolamento informatico relativo alla normativa privacy (allegato 6).

 

Al presente Regolamento generali si allegano

1.      Il Piano Scolastico D.D.I. Scuola Primaria

2.      Il Piano Scolastico D.D.I. Scuola Secondaria

3.      L’autorizzazione all’uso della piattaforma G Suite

4.      I criteri distribuzione dispositivi in comodato d’uso gratuito

5.      Disciplinare interno per l'utilizzo della strumentazione informatica e della rete internet

6.     Regolamento informatico relativo alla normativa privacy  Regolamento informatico secondo la normativa privacy

 

Approvato dal Consiglio d’istituto il 26/03/2021                  il presidentetimbro